Catello Maresca liste respinte

Comunali a Napoli. Liste di Maresca e Lega fuori dalle elezioni: il Tar boccia il ricorso dei legali del pm

Comunali a Napoli. E’ arrivato il verdetto del Tar della Campania che ha respinto il ricorso presentato dai legali del candidato a sindaco per il centrodestra, Catello Maresca, contro la decisione della commissione prefettizia di escludere liste a sostegno del pm anticamorra, a causa di carenza di documentazione.

Ad essere state escluse le liste Catello Maresca e Catello Maresca Sindaco, oltre a Prima Napoli, che fa riferimento alla Lega di Matteo Salvini.
Maresca, indignato, ha commentato: “Una scandalosa decisione politica che sancisce la morte della democrazia: la forma non può vincere sulla sostanza. Si sta consumando un vero e proprio esproprio della sovranità popolare. Così si mette seriamente a rischio il diritto-dovere di migliaia di cittadini di esprimere il proprio voto. Andremo fino al Consiglio di Stato per far valere le nostre legittime aspirazioni a vivere in un paese democratico, lo facciamo per i napoletani e per tutelare la nostra squadra di uomini e donne di valore pronti a rimboccarsi le maniche per il futuro di Napoli. Sia chiaro che non rinunceremo ai nostri simboli e a fare campagna elettorale. Su questa storia di esclusione delle nostre liste è necessario fare chiarezza”.
Non è escluso, tuttavia, che i legali del pm presentino un nuovo ricorso al Consiglio di Stato.

Decisione diversa per la lista di Alessandra Clemente: il Tar ha accolto il ricorso della lista Alessandra Clemente Sindaco, che è stata riammessa.

Condividi su