Caivano Antonio Natale Parco Verde Carabinieri

Omicidio Antonio Natale: chiassata la scorsa notte all’esterno della tenenza dei Carabinieri

La scorsa notte davanti la Tenenza dei Carabinieri di Caivano si sono presentati, insieme ai familiari, alcuni dei giovani che secondo le voci circolate si sarebbero resi irreperibili dopo il ritrovamento del cadavere di Antonio Natale lo scorso 18 ottobre.

Una storia blindata dalla Procura di Napoli Nord, tanto che al momento nulla trapela su eventuali indagati né su sviluppi investigativi. Nomi e cognomi sono finiti poi nella diretta Facebook del collega giornalista Pino Grazioli, che ha mostrato i loro profili sul social network definendoli spacciatori e presunti assassini. Questo ha scatenato la loro reazione, con una fragorosa chiassata all’esterno della caserma dell’Arma di Caivano, con tanto di diretta Facebook, che poi è stata cancellata.

Un ennesimo episodio che arricchisce una storia già estremamente intricata, colma di omissioni, omertà e tradimenti. Anche la diretta della scorsa notte potrebbe rappresentare materiale prezioso per gli investigatori di Castello di Cisterna per decifrare tutti i messaggi contenuti all’interno, frase per frase. Grillo Sport Banner

 

 

Condividi su