Disastro Metropolitana Napoli

Napoli, metropolitana. Fermi tre treni su sei: caos e disagi per i cittadini. Le proteste dei sindacati

Napoli. Su sei treni della metropolitana Linea 1, tre sono fermi.

Questa mattina la circolazione è stata interamente sospesa, creando disagi e caos sugli agli convogli. Gli operai dell’Anm sono al lavoro per recuperare almeno un treno e ripristinare il servizio su tutta la tratta.

Intanto, il Comune di Napoli ha acquistato nuovi treni in Spagna, costruiti dalla Caf di Bilbao e probabilmente potrebbero entrare in servizio entro Natale.

Tuttavia, aumentano le lamentele dei sindacati che denunciano un trasporto pubblico inesistente nel napoletano. Il primo a rivolgersi al neo sindaco Gaetano Manfredi è Fabio Cuomo, segretario Orsa, che dice:
“Purtroppo a Napoli e nella città metropolitana il trasporto pubblico è inesistente. È uno dei tanti disastri che la precedente amministrazione ha lasciato e non si risolverà in pochi mesi. Siamo però convinti che con il sindaco Manfredi e l’ assessore Cosenza sarà data una maggiore attenzione alle reali esigenze di mobilità dei cittadini, lavorando seriamente per migliorare i trasporti, anche se non sarà semplice, e che diversamente dai loro predecessori si confronteranno con le parti sociali, le quali quotidianamente sono sul campo. Non si lasci la gestione in mano solo a pochi ed incompetenti personaggi”.

Anche Fulvio Fasano, segretario Ugl Fna, si rivolge a Manfredi chiedendo:
“Questo tipo di interruzioni è diventato sistematico ma di certo non tollerabile. I lavoratori fanno il massimo sforzo per garantire un servizio ma senza l’immissione dei nuovi treni non sarà possibile garantire un servizio efficiente e di qualità. Ora la nuova macchina comunale è operativa e chiediamo al nuovo Sindaco ed al nuovo Assessore, che di certo non hanno colpa per quanto sta accadendo, di attivare un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali per discutere del futuro del TPL a Napoli”.

La scimmietta afragola

Condividi su