Addio a Franco Stradella

Di Tiziano Papagni-

Addio a Franco Stradella, parlamentare in quattro legislature tra il 1996 e il 2013.

È morto ieri a 81 anni, in una casa di riposo a Quargnento. Cresciuto nella Democrazia Cristiana, è poi passato a Forza Italia nel corso della sua carriera.

Nel 2009 si candidò per il centro-destra come presidente della provincia di Alessandria, perdendo la contesa elettorale con Paolo Filippi.

Il funerale si svolgerà giovedì 27 ottobre alle 15,30 nella Chiesa parrocchiale di Quattordio, dove mercoledì 26 ottobre alle 20,30 viene recitato il Rosario.

Molinari (Lega): “Addio a Franco Stradella, a lungo rappresentante del nostro territorio in Parlamento”

“La scomparsa di Franco Stradella mi addolora personalmente. Franco Stradella è stato, per quasi vent’anni, un autorevole rappresentante del nostro territorio in Parlamento, dove ha saputo portare la voce di Alessandria, e di tutta la nostra provincia. Ci ha lasciati proprio oggi, mentre la Camera vota la fiducia al nuovo Governo. Alla sua famiglia vanno le condoglianze sincere di tutta la Lega di Alessandria, e del Piemonte”. Così Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera, ricorda la figura di Franco Stradella, parlamentare di Forza Italia e del Popolo della Libertà dal 1996 al 2013.

RAVETTI (PD): “STRADELLA: HO APPREZZATO IL SUO STILE E LA SUA GENTILEZZA”

“La scomparsa dell’onorevole Franco Stradella mi addolora. Ho sempre apprezzato il suo stile e la sua gentilezza, doti importanti soprattutto per chi è impegnato nelle Istituzioni.

Nella politica ci sono persone che si distinguono per la loro capacità di dialogare con tutti, a prescindere dall’appartenenza a un partito o a uno schieramento e Stradella è stato una di queste.

Lo ringrazio per quei piccolissimi e preziosi consigli che mi accompagnano e continueranno ad accompagnarmi nella mia attività politica”. Così Domenico Ravetti – Consigliere regionale del Partito Democratico.

Ugo Cavallera – Coordinatore provinciale Forza Italia Alessandria

La morte di Franco Stradella, amico da quando abbiamo iniziato l’impegno politico, mi riempie di tristezza. Viene meno una persona con cui ho collaborato per tanti anni e condiviso un percorso politico, dapprima nella D.C. con Renzo Patria e poi in Forza Italia dove Lui ha rappresentato come deputato la nostra terra in Parlamento.

Ricordo anche la sua Presidenza della Camera di Commercio e del Collegio Costruttori Edili ove si è impegnato per promuovere con diverse iniziative lo sviluppo delle imprese alessandrine, senza dimenticare il suo impegno nel mondo sportivo.

Persona affabile, corretta e disponibile al dialogo, attento ai problemi, tra i quali ricordo quelli legati al post alluvione.

In politica e nel partito lascia molti amici non solo per la comune militanza ma per il suo modo che aveva di rapportarsi con le persone. E ciò anche se le questioni di salute, negli ultimi tempi, rendevano difficili i contatti diretti.

Alla moglie Luciana ed ai figli vada la nostra umana e cristiana partecipazione per la scomparsa di un amico, di un imprenditore, di un amministratore e di un parlamentare stimato ovunque abbia operato.

Piercarlo Fabbio – ex sindaco di AlessandriaIl sodalizio politico e d’amicizia durato quarant’anni con Franco Stradella si può condensare con qualche aggettivo: simpatico, arguto, intelligente, pronto, disponibile. Perché Franco, imprenditore di Quattordio che alla politica era giunto attraverso l’impegno nella Democrazia Cristiana e nelle istituzioni locali, non aveva mai scordato le sue origini di uomo dell’economia ed era riuscito a declinare ciò che aveva imparato nel mondo del lavoro e dell’impresa con le più formali pareti delle istituzioni. Così alla Camera di Commercio, avvicendatosi alla presidenza di Attilio Castellani, aveva dato quell’impulso pragmatico che già lo aveva caratterizzato da Presidente del Collegio Costruttori. Da uomo del particolare era diventato con naturalezza rappresentante di un’economia policefala, peraltro distribuita su un territorio vocato alle spinte campanilistiche, senza anteporre la sua identità, senza farla pesare, ma venendo riconosciuto da tutti come un leader mite e pacato.

Il percorso alla Camera, quelli contestuali al Consiglio comunale e al Consiglio Provinciale di Alessandria, ne aveva caratterizzato la maturità politica. Nonostante tutto fosse cambiato dalla Prima Repubblica, rimaneva legato al proprio territorio, sia nelle situazioni favorevoli, sia in quelle più difficili, come quando il suo impegno doveva andare a ristorare cittadini e imprese alessandrini duramente colpiti dall’alluvione del 1994.

Il suo lavoro alla Camera per quattro legislature – dal 1996 al 2013 -, tra i gruppi di Forza Italia e del PDL, è da considerarsi imponente: 298 progetti di legge presentati; 216 interventi; 925 atti di indirizzo e di controllo. In Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici aveva portato la sua esperienza e la sua capacità di tenere insieme buon senso tradizionale con una moderna interpretazione della società.

L’ho ancora incontrato il 1° agosto, quando, indipendentemente dalle sue condizioni di salute, i suoi discorsi erano del tutto vocati al territorio, al suo servizio e a cosa lui avrebbe potuto fare per migliorare alcune decisioni prese dalle istituzioni locali e nazionali. Segno inequivocabile di una vita spesa alla ricerca del bene comune.

L’UDC e Noi Moderati si stringono intorno alla moglie, ai figli e alla famiglia tutta di Franco con solidale abbraccio cristiano.

Federico Fornaro, deputato di Articolo 1 – Partito Democratico:

“La scomparsa di Franco Stradella priva la politica alessandrina di uno dei suoi protagonisti. Uomo delle istituzioni sempre aperto al dialogo e al confronto anche con chi aveva idee differenti dalle sue.

Mancherà il suo stile elegante. Esprimo vicinanza alla sua famiglia e alla comunità politica di Forza Italia”.

Giorgio Abonante, sindaco di Alessandria

“Ho avuto modo di confrontarmi con Franco Stradella apprezzandone la vis politica, la lungimiranza imprenditoriale, nonché la concretezza umana. Ricordo in particolar modo il confronto politico tra lui e Paolo Filippi, soprattutto nel frangente di quella campagna elettorale per la Presidenza della Provincia, che si concluse, dopo il ballottaggio, con la vittoria di quest’ultimo. Fu un dialogo sempre serrato e contraddistinto da viva intelligenza e sottile ironia. Oggi che compiangiamo Franco, guardo anche a quei momenti con non retorica commozione”.

Sandro Traverso, Emanuele Locci, Fabrizio Priano e Maurizio Sciaudone (Fratelli d’Italia Alessandria)

Come Coordinamento Cittadino e Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia Città di Alessandria,  esprimiamo tristezza e cordoglio per la scomparsa dell’amico Franco Stradella. Franco è stato un uomo per bene ed un politico pragmatico, serio ed affidabile.

La sua scomparsa  ci addolora e rattrista. Una grave perdita per tutta la comunità alessandrina. Le nostre più sentite e sincere condoglianze alla famiglia.

Condividi su