Napoli: precipita da una finestra e muore dopo aver rubato un cellulare

Si sarebbe introdotto in un appartamento, avrebbe rubato un cellulare e sarebbe poi uscito dalla finestra, ma durante la fuga, avrebbe perso l’equilibrio precipitando giù. Sarebbe così morto un 40enne ghanese, pregiudicato, trovato senza vita nell’androne di un palazzo al Rione Sanità, a Napoli.

Dopo le 3 del mattino del 29 ottobre, dei residenti hanno rinvenuto il corpo senza vita dell’uomo al vico Rosariello alle Pigne, alle spalle di piazza Cavour. Subito sono stati allertati i soccorsi e le forze dell’ordine, ma i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.  

I poliziotti hanno raggiunto l’abitazione al secondo piano e hanno svegliato il proprietario informandolo di aver trovato il suo cellulare affianco il corpo dell’uomo. L’uomo, un 77enne del posto, non si era accorto di nulla ma controllando nell’appartamento si è reso conto che mancava il telefonino, lo stesso che era stato trovato accanto al corpo senza vita del 40enne. Gli agenti hanno poi ascoltato i vicini, i quali hanno riferito di non aver sentito rumori.
Condividi su