Legge finanziaria per “famiglie e imprese” o “precipizio per i poveri”?

di Simona Lazzaro –

Meloni: “Finanziaria attenta a famiglie e imprese”; Conte: “Un precipizio per i poveri”

Se Giorgia Meloni afferma che il governo stia lavorando a una legge finanziaria che sarà “attenta a famiglie e imprese, l’opposizione non è dello stesso avviso. Nello specifico, Giuseppe Conte, il leader del Movimento Cinque Stelle afferma che la manovra sarà “un precipizio per i poveri e promette quindi “un’opposizione durissima”: “Siamo pronti” afferma Conte “a dar vita a un’opposizione fortissima in tutte le sedi, nelle Istituzioni e nel Paese.

Il premier Meloni garantisce al contrario che ci sarà un’attenzione particolare per i redditi bassi; quello a cui sta lavorando il governo, dice, sarà “un provvedimento per fronteggiare il caro bollette e sostenere milioni di cittadini in questo periodo difficile e delicato”; “Queste sono le nostre priorità” spiega ancora Giorgia Meloni.

Alcune delle misure ipotizzate

Tra le misure che potrebbero entrare nella manovra, ci sono la riduzione o addirittura l’azzeramento dell’IVA su pane, latte e pasta, nonché la riduzione al 5% sui prodotti per l’infanzia e gli assorbenti.

Saranno previsti assegni familiari più corposi per le famiglie con più di quattro figli o con gemelli, mentre, per quanto riguarda le pensioni, l’obiettivo è quello di arrivare a “quota 103” – ovvero, di 41 anni di contributi e 62 di età.

Tra le varie ipotesi c’è anche quella di una tassa sulle consegne a domicilio e una revisione del reddito di cittadinanza.

 

Condividi su