Bullismo anche tra gli adulti: un italiano su tre crede che si verifichi nella sua azienda

di Martina Orecchio – Il termine bullismo, purtroppo, spesso viene associato a comportamenti violenti che si verificano tra i giovani. Ma non significa soltanto questo.

É troppo spesso sottovalutato il bullismo che avviene tra adulti ed in particolare a lavoro. Quando la definizione di bullismo viene data dal termine mobbing (bullismo sul luogo di lavoro) la percentuale di adulti che ammette di esserne vittima varia tra il 2% al 17 %, ma senza considerare la definizione considerando solo la percezione di essere sottoposti a diversi tipi di azioni negative, la percentuale sale dal 15% al 20%.

Per bullismo sul luogo di lavoro si intende tutta quella serie di comportamenti negativi, aggressivi o intimidatori che un individuo è costretto a subire per un prolungato periodo di tempo, verso i quali è difficile difendersi.

Il “workplace bullying”

All’interno degli ambienti lavorativi si sta sempre più diffondendo una nuova forma di bullismo: si tratta del “workplace bullying”, una forma di comportamento sociale di tipo violento e ripetuto nel tempo attuato nei confronti di colleghi e collaboratori.

Dall’approfondimento condotto da Espresso Communication per Great Place to Work Italia il bullismo all’interno degli ambienti lavorativi viene definito come fonte di una “epidemia fuori controllo”. Oltre 7 dipendenti su 10 dichiarano di esserne stati bersagli o di aver assistito ad atti di questo genere per un totale che va oltre i 79 milioni di collaboratori coinvolti solo negli Stati Uniti.

Stando ad un sondaggio del portale britannico People Management, in Europa più di un quarto dei collaboratori afferma di essere stato vittima di vessazioni tra le mura del proprio posto di lavoro. In Italia non ci sono studi a proposito con dati statistici ma questo non significa che non sia presente.

Il bullismo sul posto di lavoro può portare anche a problemi di salute mentale come ansia e depressione. Per tale motivo le aziende hanno iniziato ad assumere una nuova figura: il responsabile d’azienda, chiamato ad ascoltare il proprio team operativo per trovare soluzioni mirate a mantenere ottimale il benessere organizzativo dell’ambiente di lavoro.

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su