Appalti e corruzione, ai domiciliari il sindaco di Palma Campania

E’ finito agli arresti domiciliari il sindaco di Palma Campania (Napoli), Aniello Donnarumma, tra i destinatari di otto misure cautelari emesse dal gip di Nola su richiesta della locale procura al termine di indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna.

Oltre al sindaco risultano indagati due dipendenti comunali e cinque imprenditori. I reati ipotizzati sono, a vario titolo, corruzione, turbata libertĂ  degli incanti, falso in atto pubblico, depistaggio e subappalto non autorizzato. I militari hanno notificato gli arresti domiciliari al sindaco e a un altro indagato, mentre per gli altri personaggi coinvolti sono stati eseguiti tre divieti di dimora e tre divieti della durata di un anno di contrattare con la pubblica amministrazione.