Afragola. Operatori Ecologici in stato di agitazione, natura del contendere: stipendi arretrati

Il sindacato Fiadel chiede all’amministrazione subito un tavolo per risolvere la controversia.

Gli operatori ecologici, che svolgono il servizio di raccolta dei rifiuti ad Afragola, sono in stato di agitazione per gli stipendi arretrati non pagati. Una storia già nota e che già è stata evidenziata anche nei mesi scorsi. E’il sindacato Fiadel a riaprire la polemica, attraverso una nota stampa, sollecita l’intervento dell’amministrazione: “… la cosa più sconcertante è l’atteggiamento del Comune di Afragola che non ha definito la questione pue avendo ricevuto in due occasioni le autorizzazioni dall’azionda e un preciso intervento sostitutivo per liquidare i lavoratori. Se non troveremo una soluzione ci rivolgeremo alla magistratura”. Nei fatti gli operatori ritengono che sia necessaria una presa di responsabilità da parte del comune di Afragola per risolvere la controversia. Il periodo indicato riguarda i due passaggi di cantiere tra la Go Service e la Buttol. Ora i lavoratori si aspettano che l’Amministrazione convochi d’urgenza un tavolo per trovare una soluzione.

Condividi su