Si pensa ad una pista ciclabile da Frattamaggiore a Capodichino

Il Sindaco Del Prete: “Con l’incentivo di altri mezzi di locomozione possiamo migliorare la vivibilità”

Lunedi 20 giugno, presso l’ufficio del Sindaco di Frattamaggiore, si è tenuto un incontro al quale hanno preso parte, oltre allo stesso sindaco Marco Antonio Del Prete, l’ing. Domenico Raimo della Gestione Territorio del Comune di Frattamaggiore e l’architetto Vincenzo Russo, Presidente della Consulta per la Mobilità Ciclabile nell’area metropolitana di Napoli.
Nel corso dell’incontro sono stati esaminati una serie di studi sui flussi di traffico e sugli spostamenti nell’ambito dei Comuni dell’hinterland napoletano e tra questi e la città di Napoli; poi si è passati a discutere alcunipista ciclabile 1 possibili interventi da realizzare per una mobilità sostenibile, in particolare volti a promuovere lo sviluppo della ciclabilità, anche per venire incontro al numero sempre crescente di persone che utilizzano la bicicletta per i loro spostamenti quotidiani e nel tempo libero.
Gli interventi punterebbero soprattutto ad integrare percorsi ciclabili e trasporti su ferro. Una delle ipotesi messe in campo, ad esempio, prevede di alberare e di creare una pista ciclabile protetta lungo la direttrice stradale che parte dal Rettifilo al Bravo di Frattamaggiore e attraversa i territori di Arzano e Casavatore fino a Capodichino (dove sorgerà una stazione della linea 1 della metro).
Per accedere ai fondi PAES, (fino ad un milione di euro), che possono coprire l’80% della spesa complessiva, è necessario formare una specie di consorzio tra i Comuni interessati, la cui popolazione totale deve raggiungere centomila abitanti.
Il sindaco Marco Del Prete si è detto disponibile ad andare avanti: “Sono già allo studio o in una fase avanzata di progettazione una serie di opere in città per la realizzazione di nuovi parcheggi di interscambio – tra i quali uno nel centro cittadino e un altro all’interno della stazione Fs – e la riqualificazione di alcune strade con la realizzazione di piste ciclabili. Il traffico, in una città come Frattamaggiore, è un problema endemico e possiamo risolverlo incentivando l’utilizzo di altri mezzi di locomozione, come la bicicletta. Solo così potremo migliorare la nostra vivibilità cittadina”.

Condividi su