Preleva il figlio da Afragola e si suicida in Toscana

Aveva pianificato l’omicidio-suicidio: il bambino di 9 anni riesce a scappare dall’auto ormai satura di gas e si mette in salvo

Preleva il figlio di nove anni da scuola e tenta di uccidersi insieme a lui, ma fortunatamente il piccolo riesce a salvarsi. E’ successo a Montecatini Val Di Cecina in provincia di Pisa. Il padre, un quarantatreenne, è stato ritrovato stamattina riverso sul sedile posteriore della sua auto; sul posto subito accorsi ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri.

L’uomo, non riuscendo a sopportare l’affido del figlioletto alla madre, aveva pianificato un omicidio suicidio: si era recato a Afragola, dove il bimbo abitava con la genitrice, lo aveva prelevato da scuola promettendo di riportarlo a casa in serata, cosa che in effetti non ha mai fatto.

L’ex compagna, preoccupata per il ritardo, ha poi deciso di denunciare la scomparsa e il rapimento del minore in serata a un commissariato locale. Il suicida, secondo le ricostruzioni degli agenti, avrebbe usato una bombola e prima di far partire il gas e inondare tutta la vettura, aveva scritto le ragioni del suo gesto; per fortuna il bambino è riuscito a uscire dall’auto proprio nel momento in cui era satura di gas.

Il minore ha poi chiesto aiuto suonando a un’abitazione sita nelle vicinanze e spiegando quanto successo; trasportato d’urgenza all’ospedale di Pontedera, le sue condizioni non sembrano destare preoccupazione.

Intanto stamattina la madre da Afragola è stata avvisata dai carabinieri di quanto è successo e subito si è recata in Toscana per riabbracciare il suo bambino.

Condividi su