Casalnuovo eletta a “Città che legge” dal Ministero dei Beni Culturali

La candidatura al Ministero inoltrata dal Presidente del Consiglio comunale Giovanni Nappi promotore tra l’altro del Premio Letterario “Una città che scrive”

E’ proprio Nappi a dare la notizia dell’accettazione da parte del ministero del riconoscimento ottenuto dalla sua città segnalando anche la presenza al Salone Internazionale del Libro il prossimo 21 maggio.

Nappi: “Proprio nella settimana della cultura, il giorno prima dell’inaugurazione della biblioteca dei bambini e nel mese del PREMIO LETTERARIO UNA CITTÀ CHE SCRIVE: il Ministero dei Beni Culturali riconosce alla Città di Casalnuovo di Napoli la qualifica di “CITTÀ CHE LEGGE”. Sono meno di 400 le CITTÀ in tutta Italia a potersi fregiare del logo. Un’altra scommessa vinta. Lo scorso anno ho proposto candidatura e in queste ore sono stato raggiunto dalla comunicazione di accettazione. Il prossimo 21 Maggio 2017 sarò al Salone Internazionale del Libro di Torino (ore 17.30 – Sala Editoria): si parlerà del progetto e, in particolare, del Patto locale per la lettura e dei Bandi che il Centro intende lanciare per premiare i progetti più meritevoli in base a categorie da definire“.

Condividi su