Motocross: Coppa delle Regioni con Antonio Pappadia

I motori ruggiscono sui tracciati di mezzo mondo in questa prima domenica di Ottobre. In Giappone si assegna una fetta importante del titolo di Formula 1 ed in Thailandia quello di MotoGP.
A tenere banco nelle cronache sportive cittadine è un evento che, seppur meno mediatico, ha regalato spettacolo e spunti di interesse di assoluto rilievo, soprattutto tra gli addetti ai lavori.

Sul tracciato di Cingoli, in provincia di Macerata, è andata in scena la prova unica della “Coppa delle Regioni” di motocross. Importante vetrina per giovanissimi piloti in erba che vengono selezionati e scelti per rappresentare le squadre delle proprie regioni e chiamati a sfidarsi sugli sterrati in un lungo e duro weekend.
A Cingoli, a rappresentare la Campania nella classe 65 cadetti un giovanissimo e promettente pilota Afragolese. Antonio PAPPADIA, appena 10 anni e già una sensibilità di guida da veterano.
Dopo un approccio quasi casuale al motocross, per gioco come quasi sempre accade, è stato immediatamente chiaro agli addetti ai lavori che il talento c’era ed era da coltivare.
Sotto la guida dell’esperto istruttore federale Ivan DI BELLO, scomparso tragicamente lo scorso anno e con il supporto tecnico del team capitanato da Tony CERBONE – Fashion Bike, il giovane Pappadia comincia la sua avventura agonistica sui crossodromi d’Italia prendendo parte ai campionati regionali e nazionali, raccogliendo risultati più che soddisfacenti, fino al riconoscimento della convocazione per rappresentare la regione Campania.
I risultati della compagine campana nell’appuntamento di questo weekend non sono stati entusiasmanti, condizionati da una situazione meterologica assolutamente sfavorevole e frutto di una lunga serie di problemi tecnici.
E’ anche in un weekend che lascia l’amaro in bocca che sembra importante sottolineare l’esponenziale crescita del giovane Pappadia che porta a casa un ricco bagaglio di esperienza e la consapevolezza di aver espresso al meglio le proprie potenzialità.

Condividi su
  • 27
    Shares