Vesuvio: 41 scosse nel cratere. Osservatorio: Normale attività del vulcano

Venerdì movimentato per il Vesuvio, che dalle dalle ore 16.04 alle ore 23.44 è stato interessato da uno sciame sismico. Fa impressione il numero degli eventi, 41, ma tranquillizza l’intensità, la scossa più forte è stata di 1.1 Richter.

L’Osservatorio Vesuviano ha così spiegato questa lunga serie di piccoli terremoti:
“Si è trattato di uno sciame composto da sismi di bassa magnitudo da -0,4 a un massimo 1.1 della scala Ritcher – spiega Francesca Bianco, direttrice dell’Osservatorio Vesuviano – L’epicentro è stato localizzato nell’area craterica del Vesuvio. Una zona soggetta, al contrario dei Campi Flegrei, a una subsidenza, cioè abbassamento. Naturalmente i terremoti non sono stati avvertiti e non abbiamo evidenziato particolari anomalie accompagnate agli eventi sismici. È un’attività di una zona vulcanica attiva. Inoltre, sia i dati geochimici che quelli geofisici non hanno evidenziato variazioni significative. Si è trattato di uno sciame che rientra nella dinamica di un vulcano attivo come il Vesuvio”.

Condividi su
  • 9
    Shares