Piazza Nazionale abbandonata dalle Istituzioni in mano alle baby gang

Piazza Nazionale, una delle principali della città di Napoli, abbandonata totalmente dal Comune e dalle Forze dell’Ordine. I cittadini onesti che popolano la zona sono stati lasciati letteralmente soli a combattere una guerra di civiltà.

La piazza, simbolo del quartiere Vicaria, è oramai in mano all’anti-Stato. Nessuna regola vige più quando si attraversa la strada che divide la piazza dai palazzi che fanno da cornice. Mercoledì, una persona adulta è stata fatta oggetto di “attenzioni” da parte di ragazzini che gli hanno lanciato contro mazze e sputi. La colpa di questa persona? Nessuna, se non quella di attraversare una piazza della terza città d’Italia alle 17.30.

Numerose le lamentale degli abitanti del quartiere che non possono più fruire di una spazio pubblico. La notte tra lunedì e martedì dei boati hanno rimbombato in tutta la zona dopo l’esplosione di alcuni petardi. Protagonisti i ragazzi che non sapendo cosa fare della loro vita occupano piazza Nazionale giorno e notte.

In questo scenario difficile non poteva mancare lo spaccio di stupefacenti, che avviene tranquillamente su tutto il perimetro e nelle scale del parcheggio sotterraneo, come segnalato numerose volte dai cittadini che fruiscono del garage.

Insomma non bastano i tornelli e le luci supplementari installate nella zona delle giostre. Servono controlli severi e continui. Occorre l’impegno totale del Comune e del Sindaco Luigi De Magistris. Non può la sola IV Municipalità affrontare da sola queste problematiche. Ma può fare da megafono per far arrivare al Sindaco e al Prefetto di Napoli questa situazione di conclamata invivibilità.

Condividi su
  • 607
    Shares