Cardito

Omicidio Cardito: La scuola aveva avvisato i servizi sociali, Giuseppe poteva essere salvato

Questa mattina è arrivata la notizia che la Procura della Repubblica di Napoli Nord ha emesso un provvedimento di fermo per omicidio volontario nei confronti di Tony Badre Essobti 24enne di Cardito. Situazione che vi avevamo già anticipato ieri in tarda serata. 

La nostra redazione ha continuato a lavorare e abbiamo raccolto informazioni estremamente gravi. Il piccolo Giuseppe poteva essere salvato. La sua ex scuola pare avesse avvisato i Servizi Sociali. Era già successo che il bambino si fosse presentato a scuola con tumefazioni e occhi neri. L’insegnate aveva immediatamente attivato l’iter che si segue in queste circostanze. Avvisata la madre, quest’ultima avrebbe deciso di trasferire il bambino in una scuola di Crispano. La vecchia e la nuova scuola si sono trasmesse queste informazioni, ma sembra che i Servizi Sociali non si siano attivati per tempo. Quanto vi abbiamo raccontato risalirebbe al periodo tra Settembre ed Ottobre 2018.

 

AGGIORNAMENTO DELLE 16:15 – Il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, è intervenuto ai nostri microfoni per fare luce sulle indiscrezioni lanciate da NanoTV:

Condividi su
  • 1.6K
    Shares