sant'antimo sindaco

S.Antimo: dimissioni dubbie del Sindaco, sospetti di manovre illegali e accordi sottobanco.

Sabato sera, il sindaco di Sant’Antimo Aurelio Russo, ha annunciato le sue dimissioni per lunedì 11 marzo indicando una serie di ragioni. Questa decisione, è preceduta da una serie di vicende che vale la pena ricordare: revoca dell’incarico all’Ex assessore Pedata, dimissioni del consigliere Ferrandino, lettera con minacce e proiettile al consigliere Pappadia e revoca dell’incarico alla Dott.ssa Lucia Nardi. 

Sant’Antimo

Il sindaco, spiegando le ragioni delle sue dimissioni, afferma che: “se questo comporta un cambiamento della compagine che mi ha portato alla elezione, prendo atto della necessità di una seria VERIFICA politica sulla sussistenza o meno di una MAGGIORANZA che condivida con me QUESTO programma e questi scopi. E che, insieme con me, possa correggere e rilanciare la nostra azione nella società civile”. 

Molti cittadini di Sant’antimo e non, gridano alla “ dimissioni farsa” che Russo sta ponendo in essere e alla base del loro sdegno c’è un documento esistente prima della revoca alla Pedata e con il quale si poneva in essere un accordo tra maggioranza e consiglieri del gruppo misto :  Edoardo d’Antonio e Ivana Tarantino e con l’assegnazione rispettivamente della carica di Presidente del consiglio e assessorato all’Igiene. 

“Fallimento, vergogna, sopravvivenza”. Sono queste le parole che fuoriescono dalla bocca di esponenti di destra e sinistra. “Un vero e proprio baratto di cariche, un mercimonio”, continuano. 

Ieri pomeriggio, presso il comune si è tenuto una riunione tra Sindaco e capigruppo, e durante la quale, il Consigliere Chiariello avrebbe chiesto la diretta streaming della riunione, prontamente negata da Russo. 

Ciò, oltre all’illecito commesso da Russo (inamovibilità di ruoli e funzioni fino alla fine della consiliatura), delinea i presupposti per un ricorso all’A.N.A.C, come dichiara Chiariello.

Tuttavia, Italia, presente alla riunione di ieri pomeriggio, ha affermato “è evidente che le dimissioni non sono dettate dalla mancanza di numeri e lui non andrà mai a casa. Faremo un’opposizione ancora più forte”.

Intanto sui social circola il manifesto, con allegato l’accordo tra le parti sopra citate, in cui l’opposizione ribadisce la necessità delle dimissioni di Russo. Insomma lo scontro è forte e nonostante abbiamo offerto al Sindaco la possibilità di spiegare le ragioni di questa scelta e le ragioni che lo hanno portato alle dimissioni,k con l’offerta di una videointervista con la nostra redazione, lui ha declinato l’invito.

Condividi su
  • 30
    Shares