Afragola

Afragola: Folla commossa per i funerali di Don Franco Iazzetta

E’ stato un momento di grande trasporto, con la folla commossa e composta, l’ultimo saluto ad un pezzo importante della storia di Afragola. Solo pochi mesi fa la comunità afragolese piangeva la scomparsa di Don Raffaele Tuccillo ed ora, a salutare il parroco simbolo della chiesa di Sant’Anna, tantissima gente che ha riempito le navate della chiesa.

Don Franco, così per tutti, al secolo Francesco Iazzetta, ha saputo animare una comunità religiosa e non che, negli anni è andata man mano crescendo.
Circa 60 anni della storia di Afragola sono passate sotto lo sguardo rassicurante di Don Franco. Un prete che ha saputo dispensare consigli e opere, prima ancora che con prediche e sermoni, con la bontà d’animo che ne ha contraddistinto il prelato.

Tantissime le autorità cittadine presenti alla funzione, per omaggiare chi ha saputo raccogliere la testimonianza di una città che si è evoluta, anche grazie al suo impegno.

Mai domo, nemmeno nel momento più difficile del suo percorso terreno, nonostante gli evidenti strascichi di una battaglia personale che era stato chiamato a combattere.

L’associazionismo è stato un punto cardine sul quale il parroco ha incentrato il suo percorso ecclesiastico. Tantissime le iniziative promosse, dalla chiesa di Sant’Anna e ancor prima dallo stesso Don Franco. Dal campeggio estivo alle rappresentazioni teatrali, dallo sport alle questioni sociali, il parroco non ha mai lesinato energie ed impegno.

Ogni afragolese lega, in un modo o nell’altro, un proprio personalissimo ricordo ad una figura carismatica come quella di Don Franco Iazzetta.

Ci lascia un’eredità importante, fatta di esempio e passione.
Ci piace ricordare, con innegabile commozione, le “cazziate” durante le funzioni, i catechismi ed i corsi che finivano immancabilmente in “risse da bar” per un rigore dato o negato nell’ultima di campionato.

Don Franco Iazzetta sapeva spingersi oltre la sua figura di prete, si vestiva da amico e ti raccontava il suo modo di vedere le cose con garbo, trovando sempre la parola giusta per allargare il tuo modo di vedere la vita.

Mancherà alla comunità afragolese un uomo, un prete, un amico.

 

Condividi su
  • 726
    Shares