L’ex Centro LU.MO di Afragola non trova pace, incontro concessionario-comune: l’amministrazione punta a riprendersi parte della struttura

La scelta di riprendersi parte della struttura potrebbe innescare una serie di ricorsi e si potrebbe arrivare all’annullamento della gara di affidamento

La discussione ormai ha diversi mesi e riguarda l’ex Centro LU.MO e il suo futuro che sembra non riesce a trovare certezze. Il recupero della struttura è costato diversi milioni di euro di Fondi Europei e dovrebbe essere destinata ad utilizzo sociale a disposizione dei cittadini. Affidata mediante gara ad un concessionario, l’ASD ATLANTIDE NUOTO,  ancora non decolla ed anzi si pensa di riprendersi parte della struttura per poi destinarla ad altri fini, non meglio specificati. L’ex Centro LU.Mo è stato al centro anche di una diretta durante la nostra trasmissione Political Life (clicca qui per rivedere il programma) e i due conduttori nell’affrontare la questione specificarono che l’eventuale ritorno di parte della struttura al Comune, mediante un accordo, ovviamente avrebbe potuto generare una serie di ricorsi, tanto da poter ottenere l’annullamento della gara di affidamento all’attuale concessionario. Infatti se qualche associazione o azienda, interessata a gestire il complesso, non ha partecipato alla gara di affidamento perchè non in possesso dei requisiti per l’intera struttura ma solo per parte di essa, come ad esempio l’area delle strutture sportive, oggi alla luce di nuovi accordi, tra concessionario e comune, potrebbe tranquillamente fare ricorso e chiedere l’annullamento di tutti gli atti e la predisposizione di una nuova gara. L’affidamento ha già sollevato molti dubbi, da molti mesi la struttura se pur affidata non è attiva, non risulterebbero pagamenti di canoni per l’affitto pagati al comune. Insomma l’ex Centro LU.MO non trova pace e diventa terreno di polemica.

Condividi su