Cardito

Cardito: Scontro politico sui vetri rotti della Galileo Galilei: Orabona risponde

Le condizioni in cui versa la scuola media “Galileo Galilei” di Cardito sono al centro di un acceso dibattito politico.

Sono stati alcuni genitori della classe 3C a denunciare la situazione che sussiste da qualche tempo a questa parte. I vetri della loro aula sono rotti e ciò dovrebbero rendere inagibile la stessa aula, ma invece i ragazzi, costretti,vi continuano a fare lezione.

Non si è fatta attendere la critica di Pasquale Chiacchio nei confronti dell’assessore Orabona, affermando che probabilmente tutta questa pubblicità che lei sui social compie in merito al suo operato non è poi cosi veritiera. Troppo tempo si attende per cambiare il vetro di una finestra, situazione banale e facilmente risolvibile.

Chiacchio si augura, nella sua critica, che intervenga qualcuno da parte dell’amministrazione pubblica che metta fine al degrado.

L’assessore alla Pubblica Istruzione, Anna Orabona, ha subito risposto prontamente.

Lei non era stata mai informata da nessuno in merito a questa situazione, che tra l’altro sarebbe incarico riguardante i lavori pubblici. Ne è venuta a conoscenza per puro caso via whatsapp dalla vicepreside, contattata per un’altra questione.

Era giunta voce alla Orabona che i ragazzi stessero organizzando un fondo cassa per comprare i bidoni per la raccolta differenziata e lei ha invitato a ritirare l’idea, poichè si era occupata personalmente già della questione e i bidoni erano stati già acquistati.

Sono venuta a conoscenza dei vetri rotti solo in quella telefonata, ma mai nessuno si è rivolto a me “- afferma l’assessore – “Altrimenti avrei mantenuto il mio impegno e avrei risolto la situazione. Così come le altre parole date e poi mantenute. Si prenda come esempio la mensa: avevo detto che l’avrei attivata ad ottobre e che sarebbe durata per due anni? E’ cosi è stato.

Condividi su