angela russo casoria

La CGIL, da stamane con il presidio fisso al palazzo municipale di Casoria a difesa di 24 lavoratori del settore manutenzioni, incassa il sostegno del Gruppo di Angela Russo

24 posti di lavoro a rischio nel settore della manutenzione e circa 700 famiglie preoccupate per la mancata manutenzione degli edifici dove vivono

Apprezziamo ed appoggeremo l’iniziativa della CGIL che, con nota protocollata al comune di Casoria, annuncia il presidio fisso permanente che avvera’ dal giorno 7 gennaio per la salvaguardia occupazionale relativamente ai 24 capofamiglia monoreddito, che vedono a rischio il loro posto di lavoro a seguito della scadenza del contratto di appalto con il Comune di Casoria, 31 dicembre 2019, per l’affidamento e la gestione sia amministrativa che tecnico manutentiva del patrimonio immobiliare ERP.
In tempi non sospetti, prevedendo la criticità della questione, noi consiglieri del Gruppo Angela Russo per Casoria, Rino Trojano ed Angela Russo, abbiamo protocollato un interrogazione avente ad oggetto la stessa problematica e abbiamo sollecitato l’amministrazione a garantire il servizio di manutenzione a tutela del patrimonio comunale e di conseguenza la tutela del lavoro degli addetti.
La risposta del Dirigente dott. Sciaudone, è stata molto più che evasiva palesando manifesta incapacità e rimandando le responsabilità circa le attività manutentive sia ordinarie che straordinarie al settore lavori pubblici.
Tale situazione oltre che creare disagio ai lavoratori genera una forte preoccupazione per la incolumità di coloro che vivono quotidianamente in quei fabbricati e nelle aree annesse , per la precisione sono 677 famiglie oltre 2000 persone tra cui anziani, bambini e diversamente abili.
È e sarà nostra priorità vigilare e mettere in campo tutte le azioni ed iniziative previste dalla legge a la tutela della città di Casoria e dei suoi lavoratori!

 

 

Condividi su