Supercoppa Italiana, Juventus-Napoli: 2-0. Ko amaro per gli azzurri

Sconfitta amara per il Napoli di Gennaro Gattuso che cade al Mapei Stadium. La Juventus conquista la Supercoppa Italiana, battendo 2-0 i partenopei grazie alle reti di Ronaldo e Morata.

Per quanto concerne le formazioniGattuso conferma  il suo 4-2-3-1 con qualche modifica rispetto all’undici sceso in campo nella sfida di campionato contro la Fiorentina : Ospina tra i pali; difesa a quattro formata da Di LorenzoManolasKoulibaly Mario Rui. A centrocampo, spazio al tandem BakayokoDemme mentre in attacco confermato Andrea Petagna (preferito a Dries Mertens), supportato dal trio di mezze punte formato da Insigne, Zielinski e Lozano.

Tante conferma in casa Juve, con il tecnico Pirlo pronto a confermare il suo canonico 4-4-2: Szczęsny tra i pali; difesa a quattro formata da CuadradoChielliniBonucci e Danilo. A centrocampo, confermata da cerniera BentancurArthur, mentre sulle corsie spazio a Chiesa e McKennie (che vince il ballottaggio con Ramsey). Infine, in attacco il tandem offensivo formato da Ronaldo e Kulusevski, preferito a Morata.

Primo tempo molto tattico con poche occasioni, ma è il Napoli che ha la più grande chance della prima frazione con Lozano che di testa non riesce a battere Szczęsny , che salva la Juventus. Nel finale, conclusione di Ronaldo che termina alta.

Nella ripresa, parte meglio la Juve che passa in vantaggio con Ronaldo che ribadisce in rete l’errore della difesa azzurra, firmando l’1-0 Juve ed il suo ventesimo centro in questa stagione. Dopo la rete siglata dal portoghese, il Napoli si scuote e sfiora il pareggio, ma il capitano Lorenzo Insigne sbaglia un calcio di rigore a causa per fallo di McKennie su Mertens, subentrato per Petagna. Gli azzurri ci credono e sfiorano il pari con Lozano, stoppato dal grande intervento di Szczęsny . Sul ribaltamento di gioco, arriva il 2-0 bianconero firmato Morata, che chiude la sfida e regala il trofeo ai bianconeri.

In merito alla sfida, si è espresso il tecnico azzurro Gennaro Gattuso che ha dichiarato: “Ringrazio i miei calciatori perché abbiamo giocato come dovevamo. Forse siamo stati timorosi, ma abbiamo reagito dopo il gol preso. Un errore su calcio di rigore può capitare. Non posso rimproverare nulla alla mia squadra. Quando si perdono partite importanti ci sta di soffrire, così come ci sta di sbagliare un rigore. Sono incredibili le palle gol di Lozano. Dobbiamo alzare la testa e guardare in avanti, i rigori si possono sbagliare”.

Condividi su