Ingv: Possibili altri terremoti nell’Adriatico, il rischio maggiore è un maremoto

Sono 32 le repliche superiore al 2.0 avvenute nel mare Adriatico dopo il terremoto di 5.6 Richter. Di queste, tre sono stati pari o superiori al 4.0.

Dall’Ingv fanno sapere che la situazione è sotto stretta osservazione. Nonostante l’epicentro sia più vicino alle coste della Croazia, a cause delle caratteristiche geologiche dell’Adriatico, gli effetti sono stati particolarmente avvertiti in Italia.

Carlo Meletti, Direttore della sezione Ingv di Pisa ha rilasciato alcune battute a FanPage: Conosciamo quella faglia e sappiamo che tipo di terremoto può produrre. Se ci sarà una scossa più forte non lo sappiamo. Però nel caso, il rischio maggiore è rappresentato da un eventuale maremoto. Al momento la magnitudo è al limite di quella che ci si aspetta per creare onde di tsunami.

Condividi su