Terra dei Fuochi: Sempre più roghi, 117 in un mese. Aumento di denunce e sequestri per reati ambientali

Sempre più roghi tossici e la Terra dei Fuochi continua a bruciare. Questo è quanto emerso secondo un dato stilato nel marzo 2021, che registra un aumento del numero di roghi tossici avvenuti nelle province di Napoli e Caserta.

Sono infatti 117 i roghi registrati nel mese appena trascorso, di cui 101 nel napoletano e 16 nel casertano. Un triste fenomeno in crescita, se comparato al marzo dello scorso anno, in cui i roghi registrati furono 110, di cui 84 nella provincia partenopea e 26 in quella casertana. Inoltre dai dati emersi, il numero di roghi avvenuti a marzo tra le due province è di gran lunga superiore anche se comparato a quello dei due mesi precedenti, in cui si sono verificati 78 roghi a gennaio e 72 a febbraio.

Secondo i dati rilevati, nel marzo 2021 c’è stato anche un forte aumento di sequestri e denunce per reati ambientali, in cui su 38 piccole e medie imprese controllate, sono state 21 quelle colpite da provvedimento, a fronte delle 4 del marzo 2020 quando c’era il lockdown e le 5 del marzo 2019. Inoltre sono 28 i soggetti denunciati per illeciti ambientali e legati alla manodopera irregolare, al cospetto dei 7 del marzo 2020; e raccolte per strada 32 tonnellate di pneumatici abbandonati, rispetto alle 16 tonnellate di un anno fa.

Condividi su