Sequestri Guardia di Finanza

Napoli. Truffa nel settore distribuzione carburanti: sequestrati beni per oltre 18 milioni di euro

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica partenopea, ha sequestrato a quattro società operanti nel settore del commercio e distribuzione di carburanti, beni per un valore complessivo di oltre 18 milioni di euro. In particolare, le società erano attive tra le provincie di Napoli, Salerno e Reggio Calabria. Gli agenti, grazie ad un’intensa attività di indagine, hanno scoperto che il carburante veniva importato via mare dalla Spagna, da una società di capitali maltese, con basi decisionali a Napoli e Catania, e veniva stoccato, in sospensione d’imposta, nei pressi di un deposito costiero napoletano.
Il carburante veniva ceduto ad un altro deposito fiscale situato in Calabria, senza versare accisa ed Iva e fatto risultare venduto a società “cartiere”. Queste ultime acquistavano solo sulla carta il prodotto energetico, per poi cederlo a depositi commerciali campani, con l’emissione di fatture false. Sono stati indagati i rappresentanti di varie società sul territorio.

Condividi su