Mafia, Libera: il comune di Afragola tra i più trasparenti nella gestione dei beni confiscati

Mafia, Libera: In Campania 1 Comune su 2 poco trasparente in gestione beni confiscati. Sui 66 Comuni che hanno pubblicato l’elenco è stato costruito un ranking mediato regionale: su una scala da 0 a 100, la media è pari a 51.4 punti.

La Provincia di Benevento risulta la più “virtuosa” con 58.9, seguita da Salerno 56.9 e Caserta 51.3. Sotto la media regionale le province di Napoli (47.7) e Avellino (42.3). A livello comunale ottime le performance di Melizzano (BN) con 98.2; Battipaglia (SA) 94.3; Baronissi (SA), Afragola (NA) e Castel Volturno (CE) con 91.3.

Nel rapporto regionale presentato da Libera per la prima volta viene fotografata anche la capacità di risposta delle amministrazioni locali alle domande di accesso civico, con le quali, successivamente alla prima ricognizione, è stata richiesta agli Enti Locali di pubblicare o aggiornare gli elenchi. A ottobre 2020, al termine cioè della prima ricognizione, su un totale di 131 comuni campani monitorati, solo 45 pubblicavano l’elenco.

All’ esito della seconda ricognizione, a tutto marzo 2021, grazie all’ulteriore azione di monitoraggio civico che si è tradotta nella produzione delle domande di accesso, sono diventati 66. Si è passati cioè da una percentuale di pubblicazione del 34% ad una del 50,4%. Un dato, dal punto di vista dell’incremento percentuale, sicuramente significativo. Ma il numero dei comuni che pubblicano l’elenco è appena sopra la metà e dunque il quadro generale resta ancora decisamente critico.

Inoltre, nel dettaglio, ben il 64% dei comuni cui è stata inviata la richiesta di pubblicazione o di aggiornamento dell’elenco non ha risposto, disattendendo in questo modo ad una precisa previsione normativa, secondo la quale gli enti della Pubblica Amministrazione, interrogati dai cittadini con gli strumenti previsti dalla legge, hanno l’obbligo di rispondere entro trenta giorni.

Condividi su