Orta di Atella, comunali 2021. Italia Viva, Agorà e Ortesi Uniti: “pronti a proporre una figura per la guida della città”.

Orta di Atella. Si avvicina il 7 novembre, data in cui i cittadini ortesi saranno chiamati ad eleggere la nuova amministrazione. Le forze politiche in campo iniziano a muoversi e ad unirsi in liste: tra loro i coordinatori Rocco Russo (Agorà), Arturo Vislino (Ortesi Uniti), Eleonora Misso e Franco Fiorillo (Italia Viva), attraverso una nota, fanno il punto della situazione: “Si respira ancora un clima inquinato, caratterizzato da rancori personali che non permettono una lucida analisi politica. Ancora non si intende che, in un contesto particolare come Orta, c’è bisogno di una pace sociale da sancire tra tutte le parti che hanno a cuore le sorti del paese, escludendo chi ha come unico obbiettivo l’interesse personale o lo spasmodico desidero di ‘abbattere’ l’avversario politico attraverso mezzi di comunicazione o chiacchiere avvelenate”.
I coordinatori sottolineano l’importanza di riprendere il controllo della questione economica-finanziaria del Comune di Orta di Atella: “in questi anni poco ci si è interessati di quanto recuperassero le casse comunali dai tributi locali. Rimane inammissibile, difronte a un dissesto così grande un atteggiamento così irresponsabile. C’è bisogno di un patto sociale da sancire con i cittadini, ai quali non ci si può più permettere di raccontare bugie trasformate in magia. Per uscire dal baratro, ognuno dovrà fare la propria parte in modo chiaro e responsabile”.
Russo, Vislino, Misso e Fiorillo si dichiarano pronti a dialogare con le altre forze politiche: “Ribadiamo con forza, l’importanza della filiera istituzionale, non solo politica, ma anche e soprattutto con ogni figura dello Stato con cui si dovrà dialogare e operare in modo continuo e prolifico. Su queste basi siamo pronti a dialogare con chi ritiene partire da questi presupposti, dichiarandoci pronti a proporre una figura di rilievo per la guida della città”.

Condividi su