LAGO D'AVERNO

Continua lo spettacolo offerto dal Lago d’Averno

La porta dell’inferno si colora di rosa: fu Galileo Galilei, secoli fa, a studiare a lungo la Divina Commedia ed ad identificare che la porta dell’Inferno di Dante fosse il Lago d’Averno. Siamo nei Campi Flegrei, territorio di Pozzuoli, in provincia di Napoli. Lo specchio vulcanico del piccolo lago si è tutto colorato di porpora.

Fenomeno alquanto bizzarro, ma a cosa è dovuto?

C’è chi potrebbe pensare a qualche scarico illegale di rifiuti ma della colorazione porpora è responsabile l’infiorescenza di un’alga rosso-bruna sostenuta dal cianobatterio “Planktothrix Rubescens”. Purtroppo, però il cambiamento della qualità dell’acqua potrebbe influenzare le molte specie diverse che vivono dentro o vicino lo specchio d’acqua. Secondo degli studi precedenti, le fioriture algali possono indebolire il sistema immunitario degli animali che vivono intorno, mentre le morti in massa dei pesci sono anche legate alle fioriture algali, che possono aspirare ossigeno dall’acqua. Sono, in particolare, dei microrganismi chiamati “cianobatteri” a causare il colore dell’acqua.

È intervenuto anche lo Scabec per fare chiarezza: “È il caso, in questi giorni, del lago d’Averno nei Campi Flegrei. Questo colore rosa brillante è dato dalla periodica fioritura di alghe rossastre e dalla presenza di un batterio.” E in una nota l’Arpac ha aggiunto: “Non c’entra il bradisismo né i fenomeni vulcanici. In questa stagione succede spesso. E’ un fenomeno dovuto all’eutrofizzazione di certi tipi di alghe che danno la colorazione rossa”.

Questo curioso evento ha attirato diversi visitatori (che proprio in questo periodo pasquale stanno popolando le nostre zone). Le tante foto scattate da passanti, visitatori ed esperti stanno rimbalzando ovunque sui social, affascinando tutti.

Mocerino Alta Moda

Condividi su