Shireen Abu Akleh

Cariche della polizia israeliana durante il funerale della giornalista Shireen Abu Akleh

Hanno fatto il giro del mondo le immagini della polizia israeliana che ha caricato le persone presenti al funerale della giornalista Shireen Abu Akleh. La collega di Al Jazeera è stata uccisa dalle mentre documentava un’operazione delle forze militari di Israele.

Ciò che è accaduto all’esterno dalla Chiesa dell’Annunciazione della Vergine nella città vecchia a Gerusalemme è ancora più folle. La polizia israeliana per impedire loro di camminare insieme al feretro hanno caricato la folla. Sono stati colpiti anche gli uomini che stavano portando fisicamente la bara, che ha rischiato di cadere a terra.

L’episodio è stato condannato duramente sia dagli Stati Uniti che dall’Unione Europea. La Casa Bianca ha definito ciò che è accaduto a Gerusalemme “inquietante” e il presidente Biden ha definito l’operazione “un’intrusione in una processione pacifica

L’Unione europea è sconvolta dalle scene che si sono svolte durante il corteo funebre e condanna l’uso sproporzionato della forza e il comportamento irrispettoso della polizia israeliana nei confronti dei partecipanti al corteo funebre – ha attaccato Borrell in una nota – Consentire un commiato pacifico e lasciare che i partecipanti al lutto piangano in pace senza subire molestie e umiliazioni è il minimo rispetto umano. L’Ue ribadisce la richiesta di un’indagine approfondita e indipendente che chiarisca tutte le circostanze della morte di Shireen Abu Akleh e porti i responsabili della sua uccisione davanti alla giustizia”.

Telegram NanoTV

 

 

Condividi su