Giugliano Campo Rom Roghi Tossici

Giugliano: riunione tra Sindaco, Prefetto, Città Metropolitana e Regione per roghi tossici e rom

Giugliano – È appena terminata la riunione in Prefettura col Prefetto S.E. Claudio Palomba, col Prefetto Romano, alla guida della cabina di regia sulla “Terra dei fuochi”, col Direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore, con l’assessore regionale Mario Morcone, con il delegato della “Città metropolitana” sulla “Terra dei fuochi”, Salvatore Flocco e con i vertici delle forze dell’ordine.

Una riunione convocata dopo la mia posizione pubblica che rappresenta l’interpretazione autentica di un disagio della mia comunità rispetto alle due emergenze che viviamo ormai da decenni: roghi tossici e Rom.

Questa riunione ha rappresentato un punto di svolta perché lo stesso Prefetto, che ringrazio per la disponibilità e per l’impegno che ci sta mettendo al fine di garantire una risposta immediata alle esigenze del nostro territorio, ha ben chiare le idee sulla gravità della situazione e sulla necessità di dare una risposta immediata con l’attuazione di una serie di misure concrete che riguardano il nostro comune.

Il primo impegno rilevante assunto riguarda la convocazione entro sette giorni del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sulle emergenze di Giugliano e in quella sede saranno messe sul tavolo le proposte operative che dovranno essere attuate nell’immediato sul territorio, con Giugliano a fare da epicentro.
I problemi sono spinosi, complicati e ci scontriamo con situazioni incancrenite negli anni, radicate, che rendono tutto più difficile ma il mio compito, e su questo andrò avanti perché ho la certezza che al mio fianco, e quindi al fianco dei cittadini di Giugliano, c’è lo Stato in tutte le sue articolazioni. Anche su questo ho ricevuto rassicurazioni dal Prefetto in persona e lo ringrazio a nome di tutta la città per la concretezza del suo intervento.

Ora attendiamo la convocazione del Comitato ed a quella riunione continuerò a mettere al centro le necessità della città cercando, ove mai ce ne fosse ancora bisogno, di spiegare nei dettagli qual è la situazione che i residenti di Giugliano sono costretti ad affrontare ogni santo giorno, respirando fumi tossici ed un odore nauseabondo che si diffonde nell’aria con tutto ciò che ne consegue. Una situazione non più sostenibile. L’ho spiegato a chiare lettere.

Intanto, la mia amministrazione continuerà a svolgere quotidianamente la parte di competenza. Infatti, questa mattina la Polizia locale, a seguito di una attività investigativa, ha individuato e denunciato l’ennesimo soggetto che scaricava illegalmente rifiuti sul nostro territorio, in particolare in via Ripuaria. Denuncia e sequestro del furgone. Insomma, la nostra parte la stiamo facendo ma da soli non vinceremo mai la guerra contro l’ecomafia. Abbiamo bisogno della presenza dello Stato che sia percepibile e percepita attraverso un costante controllo del territorio, anche con l’impiego dell’esercito almeno nelle aree più “calde”, e di interventi che garantiscano i diritti di tutti ma che restituiscano legalità e vivibilità a tutti i residenti.
Mi sto battendo e continuerò a battermi fino a quando non riuscirò a portare in città dei risultati concreti. Ripeto, la mia parte, la nostra parte, è stata svolta e continuerà ad essere svolta con costanza e impegno senza fare passi indietro ma solo passi in avanti.

Vi terrò aggiornati sia sulla data della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sul caso Giugliano e sia sulle decisioni necessarie che Governo e Regione, con la collaborazione del Comune e con l’impiego delle forze dell’ordine, decideranno di assumere senza esitare un minuto di più. Per Giugliano e per tutte le persone oneste che non ce la fanno più a vivere in queste condizioni.

Questo il resoconto della riunioni da parte di Nicola Pirozzi, Sindaco di Giugliano.

Fiumadea Impresa Sociale

Condividi su