Lavori socialmente utili per gli studenti violenti: la proposta

di Saveria Russo –

Lavori socialmente utili per gli studenti violenti: la proposta.

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, durante un evento al Palazzo delle Stelline di Milano, ha parlato dei sempre più frequenti episodi di violenza che si susseguono all’interno delle scuole.

Secondo il Ministro, infatti, una delle soluzioni potrebbe prevedere “forme diverse di sanzioni nei confronti di quegli studenti che non hanno capacità di rispettare le regole: una cosa che mi è sempre parsa molto utile sono i lavori socialmente utili”.  

Per Valditara questo significa “responsabilizzare le famiglie, significa anche aiutare le famiglie in difficoltà, come i ragazzi in difficoltà con l’intervento magari di uno psicologo, significa la didattica personalizzata, ma significa anche capire che se sospendo per un anno un ragazzo non faccio né il bene di quel ragazzo, né faccio il bene della società”.

“Perché – prosegue il Ministro – se mi limito a sospendere per un anno il ragazzo quel ragazzo probabilmente diventerà persino un deviante e quindi accentuerà le sue propensioni devianti verso altre derive che possono essere socialmente pericolose. Mentre invece è molto più importante coinvolgerlo in lavoro socialmente utili, perché questi responsabilizzano, fanno maturare. Noi dobbiamo insegnare ai ragazzi, anche quelli che hanno problemi, a maturare, a crescere”.

Peraltro, è necessario ricordare che il Ministro ha avviato una commissione per l’Autorevolezza e il Rispetto che si occuperà di nuove sanzioni come “i lavori socialmente utili” per i bulli, ma anche dei comportamenti da “tenere in classe”.

 

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su