57enne arrestato per pedofilia

Giochiamo a nascondino?” questa era la scusa che usava per adescare delle piccole vittime, bambine al disotto dei 14 anni. Le portava in un garage o in camper dove, dopo aver mostrato loro video e immagini pornografiche, le sottoponeva a violenza sessuale. L’uomo, un 57enne italiano, è stato arrestato martedì dai carabinieri di Viadana a Napoli. Si era nascosto lì dopo che nell’ottobre scorso, erano cominciate le indagini su di lui. Il Gip del Tribunale di Brescia, aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare.  Si trova ora nel carcere di Napoli con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di minori di 14 anni, corruzione di minorenne e adescamento di minori.

Le indagini dei carabinieri della stazione di Viadana, coordinate dal pubblico ministero della procura distrettuale di Brescia, Alessio Bernardi, hanno avuto inizio lo scorso ottobre. A innescare il meccanismo di indagini sono state le chiamate di alcuni genitori ai militari. Quest’ultimi sono anche intervenuti per un tentativo di adescamento da parte dell’uomo, già con precedenti penali e di polizia per lo stesso reato. Le vittime: quattro bambine di età compresa tra i 10 e i 12 anni. Dai racconti delle piccole è emerso un quadro agghiacciante. Grazie alle indagini dei carabinieri l’uomo è stato individuato, per lui è stato emesso un’ordine di custodia in carcere che, però, scappando, è riuscito ad evitare almeno fino al giorno 27 dicembre.

Condividi su