Napoli: il consiglio comunale vota a maggioranza l’aumento della tassa d’imbarco aeropotuale

 

Il consiglio comunale di Napoli, ha votato si a maggioranza, all’aumento della tassa d’imbarco per i passeggeri dell’aeroporto di Capodichino. La nuova tassa sarà ora di 2 euro e prevede un incasso annuo per il comune di ben 10 milioni di euro. Era una cosa che andava fatta, ha dichiarato l’assessore al bilancio del comune di Napoli P. Baretta, poiché la norma era inserita nel patto per Napoli fatto con il Governo Italiano. Si dice invece preoccupata Gesac, la società che gestisce lo scalo aereo di Capodichino, anche in previsione del rilancio che si voleva dare allo stesso e con la paura di una ripercussione sul traffico passeggeri in partenza da Napoli. Si è aperta quindi un’interlocuzione, tramite l‘assessore Baretta, con il Governo per valutare il rinvio dell’aumento della tassa. Il consiglio comunale ha approvato inoltre sempre a maggioranza, l’emendamento del consigliere W. Savarese nel quale chiede che la tassa aumentata sia applicata entro massimo Febbraio 2023 ed ha respinto invece, ancora una volta a maggioranza, l’altro emendamento presentato da Forza Italia che chiedeva di esonerare dal pagamento della tassa i residenti di Napoli e Provincia. In ultimo il consiglio ha dato parere favorevole ad un altro emendamento, del consigliere Esposito, nel quale si chiede di valutare l’applicazione di una tassa di imbarco dal porto di Napoli e di una tassa di ingresso in città per i bus turistici. 

Condividi su