Napoli ricorda l’immenso Pino Daniele 8 anni dopo la sua scomparsa

 

Il 4 Gennaio è una data che molti Napoletani ricorderanno per sempre, infatti il 4 Gennaio di 8 anni fa, era il 2015, moriva il grande cantautore Napoletano Pino Daniele. Molti sono stati gli eventi in ricordo del grande artista come la distribuzione del dolce “Nero a Metà” fatta dal bar Gambrinius con la partecipazione del Deputato Francesco Borrelli, a titolo gratuito e solo nel giorno dell’anniversario della morte di Pino, anche perché il dolce non è in commercio. I molti turisti ed i napoletani poi hanno potuto partecipare a vari tour organizzati da “GrandeNapoli.it e Vivere Napoli, nei luoghi di vita di Pino Daniele come nei vicoli con il suo murales, Santa Maria la Nova suo primo palcoscenico e a largo Ecce Homo che vede esposta la sua chitarra il tutto con la sua musica come accompagnamento. Già il 29 Dicembre vi era stata una manifestazione inserita nel cartellone di Capodanno del Comune di Napoli presso la Galleria Umberto I° a cura della fondazione che porta il suo nome e presieduta dal figlio Alessandro, con un enorme affluenza di persone che lo hanno amato, con in testa la sua famiglia. Inoltre il 7 gennaio al Common Ground di Agnano ci sarà un concerto con la Band “Mascalzoni Latini e Greg Rega. Grande risalto ha dato al ricordo di Pino Daniele anche la più seguita delle radio Napoletane, “Radio Marte” che con i suoi Speaker e giornalisti ha reso omaggio programmando la sua musica ogni mezz’ora, e addirittura, Gianni Simioli e la giornalista Serena Li Calzi, hanno dedicato tutto il programma “La Radiazza” in onda dalle 9 alle 12 a Pino Daniele con interventi di vari ospiti tra i quali il Figlio di Pino, Alessandro Daniele che ha letto alcuni passaggi del libro a lui dedicato, e mandando in onda solo le sue canzoni anche con le richieste degli ascoltatori. Che dire, il mondo intero quel giorno di 8 anni fa ha perso un grande uomo, un grande artista ma soprattutto “UN GRANDE!”

 

 

Condividi su