Il covo di Matteo Messina Denaro

Campobello di Mazara. Centro di 11 mila abitanti in provincia di Trapani. Lì,  i Carabinieri del Ros hanno trovato molti abiti di lusso, firmati, diversi profumi costosi e un arredamento definito “ricercato”. Campobello è il paese di Giovanni Luppino, l’uomo che il 16 gennaio ha accompagnato il capomafia alla clinica Maddalena dove è scattato il blitz.

Campobello è a soli 8 chilometri da Castelvetrano, paese di origine di Messina Denaro e della sua famiglia. Grazie alla scoperta del covo e alla sua perquisizione, sarà possibile effettuare una più fedele ricostruzione della latitanza del capomafia. Inoltre, il “viaggio”, ha portato a conoscere diversi pentiti. Questi hanno raccontato che il Messina fosse in possesso del tesoro di Totò Reina e di documenti top secret che il boss, teneva nel suo nascondiglio prima dell’arresto. Tutto è stato fatto sparire all’interno della casa che allora non venne perquisita, ma ora invece sì.

Condividi su