Catania: condannato a 16 anni di carcere il ragazzo che uccise la madre

 

Il 25 Luglio del 2022, un 15enne uccise la propria madre, Valentina Giunta, all’interno dell’abitazione di lei a Catania, ebbene il giovane omicida è stato condannato ad una pena di 16 anni di carcere per omicidio aggravato. La sentenza è stata emessa dal GUP del Tribunale dei minori di Catania, che ha accolto la richiesta di condanna da parte della Procura. Di questo efferato delitto, se ne è occupata anche la trasmissione televisiva “delle Iene” nella scorsa puntata. Già subito dopo l’arresto avvenuto il giorno dopo al delitto, il minore subito confessò le sue colpe e il GIP emise subito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il delitto è maturato nell’ambito familiare poiché la madre del giovane aveva deciso di lasciare il marito e il padre del ragazzo, dedito ad attività criminali anche gravi ed in quel momento in carcere. La famiglia della vittima è stata parte lesa, si è costituita parte civile assistita dall’Avvocato Salvo Cannata. Una triste tragedia familiare che si conclude per il momento con la condanna del figlio 15enne “matricida”. 

Condividi su