Autista dell’Anm aggredito

 

“Questo è il secondo episodio di violenza che registriamo in pochi giorni” sottolinea l’ingegner Pierpaolo Martino, dirigente dell’esercizio di superficie “qualche giorno fa la linea 181 è stata interrotta per un auto in divieto di sosta su via Cilea. Invece di scusarsi l’autista, uscito da un bar, ha vandalizzato il bus con una spranga, rompendo i vetri che sono finiti addosso ad una ragazza che è andata al pronto soccorso. Poteva andare anche molto peggio”.

“I dipendenti di Anm lavorano per la collettività, per offrire un servizio ai cittadini” sottolinea Francesco Favo, direttore Generale di Anm “è gravissimo che una persona venga aggredita perché fa il suo dovere. Sono solidale con il lavoratore e al fianco del nostro front linee” Dall’inizio dell’anno sono 10 le aggressioni al personale Anm e 29 gli atti vandalici ai danni dei bus.

Lascia un commento