Torre Annunziata: in corso faida tra clan

I Carabinieri del nucleo investigativo del gruppo di Torre Annunziata hanno notificato – nelle case Circondariali di Napoli Secondigliano e Santa Maria Capua Vetere – un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di 11 persone tutti contigui al clan “Gallo-Cavalieri” operante  nel Comune di Torre Annunziata.

Il provvedimento emesso dal gip concorda pienamente con le indagini, dal 2018 ad oggi, effettuate dei Carabinieri del nucleo investigativo oplontino – coordinati della Procura  distrettuale partenopea – che eseguirono il 22 giugno scorso un fermo del p.m. nei confronti degli odierni indagati.

Notificata ordinanza di custodia cautelare

 

 

L’incipit dell’indagine nasce per l’inasprirsi della pericolosa “faida” esistente tra il clan Gallo-Cavalieri, il clan “ Gionta” e il neocostituito clan “IV sistema” operanti nel comune  di Torre Annunziata.

L’attività investigativa ha cristallizzato le responsabilità degli indagati in ordine ai reati di partecipazione all’associazione armata di tipo “camorristico” localmente denominata clan “GALLO-CAVALIERI”; estorsione, detenzione illegale di armi anche da guerra; il reimpiego delle somme di denari illegalmente introitate e utilizzate per il  sostentamento economico  dei familiari  dei membri del  clan  e per il mantenimento degli affiliati  al sodalizio,  liberi ed operativi sul territorio.