Afragola. Dal 6 al 12 gennaio Sant’Antonio ritorna con i fondi regionali per il turismo

Gemellaggio con Lisbona e Padova con il progetto finanziato con i fondi regionali per il turismo

“Sant’Antonio, i mille volti della devozione“. E’ questo lo slogan del progetto con il quale il Comune di Afragola ha ottenuto 84.000 euro di fondi dalla Regione Campania, nell’ambito della programmazione di eventi e iniziative turistiche a livello regionale per il periodo Giugno 2016 – Gennaio 2017.
La delibera regionale 281/2016 metteva, infatti, a disposizione dei Comuni della Campania ben 5 milioni di euro complessivi per “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” e 1,75 milioni per “Iniziative promozionali sul territorio regionale“. Sugli oltre 100 progetti dichiarati ammissibili, 41 sono stati quelli finanziati: il progetto di Afragola vi rientra per il rotto della cuffia, classificandosi proprio al 41° posto della graduatoria. Al primo posto Sorrento, per la nona edizione di “M’illumino d’inverno”, seguita da Pomigliano con la ventunesima edizione del Jazz Festival.
Il progetto di Afragola, approvato dalla delibera comunale 101/2016, ruota intorno alla figura di Sant’Antonio, cui la Città è notoriamente devota, e alla Basilica ad essa dedicata, luogo di grande importanza per il culto antoniano tanto da essere citata da alcuni come la “Padova del Sud”. In particolare, il progetto si propone di dare maggiore importanza agli aspetti culturali del mondo antoniano, tenuto conto del valore insito nella stessa Basilica settecentesca e dal convento con l’annessa Biblioteca di Sant’Antonio, che custodisce volumi di grande valore, alcuni addirittura risalenti all’inizio della stampa a caratteri mobili; da non dimenticare, inoltre, arredi sacri, paramenti e calici di notevole fattura, nonché la serie di quadri ed ex-voto.
Il Comune, dunque, punta alla creazione di uno stabile itinerario turistico, religioso e culturale dedicato alla vita del Santo portoghese e che si snodi negli spazi della Basilica, della Biblioteca e delle sale annesse. Il progetto finanziato è un evento di cinque giorni, dal 6 al 12 Gennaio 2017, che rappresenterà il momento di presentazione e promozione dell’itinerario antoniano: oltre alla Basilica, l’evento riguarderà anche Viale Sant’Antonio, che ospiterà installazioni artistiche dedicate al Santo (in alcuni casi anche la loro realizzazione dal vivo), con il coinvolgimento di aziende e artisti specializzati nel culto antoniano e provenienti in molti casi dal Portogallo, visto il gemellaggio tra la Basilica e Lisbona, città natale del Santo. Saranno coinvolte anche le aree commerciali della Città, in particolare via Amendola e le aree di Ikea e Ipercoop; tutte le aree presenti nel progetto saranno abbellite da particolari festoni tipici della tradizione portoghese dei festeggiamenti di Sant’Antonio. Infine, non mancherà l’accompagnamento musicale, con l’alternanza di tradizione popolare e gregoriana: in particolare, viene annunciata la collaborazione rispettivamente dei Damadakà e della Scola Gregoriana Seraphica.
L’evento viene, per l’appunto, finanziato da 84.000 euro di fondi regionali (a cui si aggiungono 10.000 euro stanziati dal Comune per l’operato dei dipendenti nella preparazione dell’evento): 22.000 sono dedicati al piano di propaganda dell’evento, altri 29.000 all’acquisto delle installazioni artistiche e all’allestimento della mostra, 10.000 ai gruppi musicali, 1.000 all’ospitalità per i partecipanti portoghesi, 8.000 al Comitato Tecnico-Religioso (scelto tra le figure del mondo antoniano locale, col compito massimizzare la valorizzazione delle ricchezze promosse con l’itinerario e l’evento), 12.000 alle spese generali (es. utenze, SIAE) e di amministrazione.

banner880x149Diagnostica072016

(di Francesco Zanfardino fonte Socialperiodico)

Condividi su