Sequestrati oltre 100 chili di pesce marcio a Casoria

Il cibo era pronto per essere immesso sul banco vendita, le forze preposte lo hanno impedito

Sequestrati ben 125 chili di pesce sotto misura e non commestibile in pescherie a Casoria. I prodotti risultavano surgelati, in cattivo stato di conservazione e senza marchio per ricavarne la rintracciabilità e l’etichettatura. L’operazione è stata svolta dalla guardia costiera di Napoli che ha prontamente posto sotto sequestro il pesce avariato pronto a essere immesso sul mercato. Le forze preposte hanno poi controllato altri esercizi di “svendita” di cibo fresco simili, ponendo particolare attenzione alla lavorazione, stoccaggio, vendita al dettaglio e somministrazione del materiale analizzato. Nessun altro sequestro in vista almeno per ora.

Condividi su