Inter-Napoli: le pagelle

REINA 6: sufficienza politica, dovuta al solo intervento sulla conclusione di Eder. La palla corta appoggiata a Mario Rui ad inizio gara è compensata dalle molteplici, e solite, impostazioni da libero aggiunto.

HYSAJ 6,5: lotta, divampa, si propone e chiude bene su un Cancelo in gran serata, redimendolo per quanto può.

R.ALBIOL 6: Qualche errore in appoggio ma dovuto più che altro ad un terreno di gioco in pessime condizioni. Baluardo quando serve.

KOULIBALY 6,5: chiude tutti gli spiragli nerazzurri, specie nel secondo tempo quando il centrocampo azzurro ha avanzato il baricentro lasciando qualche giocata in contropiede all’Inter.

MARIO RUI 6,5: si riprende dopo gli svarioni di sabato scorso (più sfortuna che altro). Cresce alla distanza e forse viene preso poco in considerazione per posizionarlo al cross sull’ingresso di Milik.

ALLAN 6: battagliero e gran senso della posizione. Oggi meraviglia la sua poca precisione nelle fasi cruciali del match.

JORGINHO 6+: prende la squadra tra le mani per tutta la partita, cercando di coprire in ogni dove. L’unica pecca è il non aver osato di più in fase di costruzione.

HAMSIK 6: l’unico che cerca l’imbucata tra le linee avversarie. Peccato si spenga proprio nel momento di maggiore spinta degli azzurri.

CALLEJON 4,5: l’andaluso è uno degli assenti ingiustificati della serata, sulla sua fascia di competenza non dialoga mai con Allan e non partecipa, come suo solito, nella rifinitura di palleggio in fase di possesso.

MERTENS 5: resta troppo fuori dal gioco durante la prima frazione di gioco. Il secondo tempo, forse grazie anche alla strigliata di Sarri negli spogliatoi, partecipa alla manovra abbassandosi e ripartendo insieme al gruppo. La troppa frenesia di far bene gli tira un brutto scherzo. Serata negativa.

INSIGNE 5,5: un primo tempo pieno di buoni propositi, la sua fitta rete di passaggi con i compagni di reparto tiene l’Inter al palo. Nel secondo tempo il dialogo con Mertens lo porta a tu per tu con Handanovic ma sbaglia clamorosamente decisione, alzando il pallone sopra la traversa.

ZIELINSKI 6: buono il suo ingresso, riesce a smarcarsi e a sorprendere la linea difensiva avversaria senza mai, però, impegnarla seriamente.

MILIK e ROG s.v: troppo poco tempo a loro disposizione, entrano a partita ormai priva di emozioni.

SARRI 5,5: i tempi delle sostituzioni sono anche giusti, ma stavolta Mertens avrebbe potuto aiutare maggiormente l’ingresso di Milik. Bisognava migliorare in esplosività e potenza. Forse lasciare il belga in campo al posto di Insigne avrebbe concesso un’occasione in più nel forcing finale.

Condividi su
  • 6
    Shares