Nomi nuovi per il mercato del Napoli, intanto Jorginho è vicino all’addio

Sono ore decisive per il mercato del Napoli, sia in entrata che in uscita. Dopo essersi ufficializzato da solo, Simone Verdi è il primo acquisto dell’era Ancelotti. La duttilità dell’oramai ex attaccante del Bologna, permetterà al nuovo tecnico del Napoli di avere una pedina importante nel reparto offensivo. Sembra invece ai titoli di coda l’esperienza di Jorginho con la maglia azzurra. Il centrocampista sarà ceduto nelle prossime ore al Manchester City per una cifra enorme. Un piatto ricchissimo quello offerto da Guardiola, superiore ai 60 milioni di euro. Le due società stanno solamente definendo i dettagli dei pagamenti.

Portieri

Si continua a lavorare intensamente per chiudere l’acquisto di Leno dal Bayer Leverkusen. Ma la pista italiana che porta a Sirigu non è un’ipotesi da scartare, anzi il portiere del Torino è considerato una garanzia da Ancelotti. Nelle ultime ore, nel ruolo di secondo è uscito fuori un nome nuovo, quello di Andriy Lunin (1999). Portiere ucraino in forza allo Zorya. Giuntoli pare abbia superato la concorrenza dell’Inter con un’offerta di circa 10 milioni. Un ragazzo che è considerato un vero talento sul panorama europeo.

Difesa

Non è un mistero che il Napoli sia alla ricerca di un terzino destro capace di alternarsi con Hysaj. Non decolla la trattativa per Vrsaljko. Nelle ultime ore, sempre da Madrid, questa volta sponda Real, è saltato fuori il nome di Achraf Hakimi. Il 19enne, nell’ultima stagione ha giocato 17 gare realizzando 2 reti nella Liga. Potrebbe arrivare in prestito. L’alternativa è Stefan Lainer del Salisburgo, 25 anni, 55 presenze con gli austriaci condite da ben 11 assist nell’ultima stagione.

Centrocampo

Non è una priorità, anche se la cessione di Jorginho impone un’acquisto. Sondato nelle ultime ore Barella del Cagliari, ma i sardi hanno sparato una cifra altissima, 40 milioni. ADL ha offerto poco meno della metà. Si ha la netta sensazione che sia stato bloccato Milan Badelj svincolatosi dalla Fiorentina. Il croato attenderà per qualche giorno un segnale dal Napoli. Così come sembra essersi raffreddata la pista che porta a Torreira. Si continua a lavorare a fari spenti con Pastore e il suo entourage per trovare i margini per riportare l’argentino alla corte di Ancelotti.

Condividi su
  • 4
    Shares