Roglic show: suo il tappone pirenaico

Primoz Roglic fa sua la frazione con Col du Tourmalet, Aspin ed Aubisque. Ora, il podio è alla sua portata

In salita ed in discesa, in gruppo o in solitaria, oggi lo spettacolo al Tour lo ha fornito solo ed eslusivamente un corridore: Primoz Roglic. Non Froome, non Dumoulin, non Thomas, ma solo il corridore della Lotto NL Jumbo ha saputo rubare la scena nell’ultima giornata pirenaica del Giro di Francia . Nulla hanno potuto i grandi del ciclismo attuale di fronte alla determinazione ed alla consistenza della vera sorpresa di questa Grande Boucle.

IL PIù PIMPANTE FIN DAI PRIMI METRI DELL’AUBISQUE

Non c’è stata storia per nessuno. Roglic ha dimostrato infatti di essere realmente il più forte nella tappa odierna. È stato lui a fare la differenza. All’attacco sin dalle prime rampe dell’Aubisque, lo sloveno ha meritato pienamente questo successo. I suoi scatti hanno messo in difficoltà già in salita i primi della generale ed in particolare, Chris Froome. Tuttavia, il britannico, passato a 30 secondi dall’attuale terzo in classifica sul Col du Soulor, era riuscito a rientrare prima del vero e proprio inizio dell’Aubisque. E allora, il fenomeno della Lotto NL Jumbo ha saputo ripartire verso la vetta, prima di tuffarsi in discesa verso Laruns.

FULMINE IN PICCHIATA 

Con Froome ancora alle calcagne, Roglic, davvero mai domo, si è rituffato in picchiata verso l’arrivo. È su questo terreno che forse lo spettacolo è stato ancora più sensazionale. Tornante dopo tornante, immerso nella nebbia, ha saputo staccare Dumoulin, Thomas e il vincitore dell’ultimo Tour de France, guadagnando vittoria di tappa e terza posizione momentanea ad appena 19″ da Dumoulin. Ci sarà da divertirsi quindi domani a cronometro. La classifica infatti presenta al momento Thomas come leader, seguito da Dumoulin a 2’05” e Roglic a 2’24”. Nulla è davvero scritto sulla strada verso Parigi.

 

Condividi su
  • 13
    Shares