CASORIA: INIZIATIVA SULLA SICUREZZA PROMOSSA DA FRATELLI D’ITALIA.

Sabato 6 ottobre 2018, presso  la sede politica di “Alleanza per Casoria”, si è tenuta un’interessantissima discussione in merito al tema della sicurezza, argomento molto sentito e  al centro di numerose polemiche nella città di Casoria. Numerosi, articolati ed efficaci gli interventi dei presenti che hanno ribadito e rimarcato con veemenza le varie problematiche che attanagliano il cuore della città: buche, mancanza di illuminazione, penuria di forze dell’ordine, zone di spaccio,  numerose difficoltà incontrate e riscontrate dai vari esercizi commerciali, aperti di notte, in totale assenza di pattuglie della polizia, ricomparsa di contrabbando a Casoria, fenomeno mai visto negli anni precedenti. La discussione è stata aperta dall’ Avv. Nicola Mangani, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, che ha sottolineato l’importanza di dare ascolto alle istanze dei cittadini, informando che, presto, tutte le proposte saranno sintetizzate in atti ufficiali, in virtù dell’interessamento dei parlamentari di fratelli d’Italia .Successivamente è intervenuto Luca Scancariello, candidato alle elezioni del 4 marzo 2018 con fratelli d’Italia, il quale ha rimarcato l’idea che, chi viene eletto, deve rappresentare indiscutibilmente i cittadini: “troppi i rappresentanti ad essere spariti, dopo essere stati eletti, abbandonando completamente i cittadini e il territorio al loro destino “.Territorio ferito quotidianamente dagli scippi, episodi di spaccio e di microcriminalità, ha proseguito Scancariello.Vi è stata poi la volta di  Fabio Esposito, assessore ai lavori pubblici del Comune di Casoria, dopo aver avuto per un po’ di tempo anche la delega alla polizia locale, il quale ha chiosato: “ pochi uomini, pochissime risorse(10-12), tema che non può essere imputato esclusivamente all’amministrazione comunale. Poi la sciagura di aver ereditato 12 milioni di euro di debito e quella di essere sottoposti ai vincoli di bilancio, per cui non si possono fare assunzioni”.Poi,  l’assessore ha ribadito l’importanza di denunciare: “Se non si denuncia, la conseguenza è che il problema non viene visto e sentito”. Ha concluso gli interventi  Antonio Iannone, senatore di fratelli d’Italia, il quale ha elogiato i vari interventi dei cittadini che denotano una realtà non rassegnata. “ Il problema sicurezza riguarda tutta l’Italia, non solo l’area a nord di Napoli, inoltre l’indifferenza dei cittadini acuisce il problema della mancanza di sicurezza; i soldi-continua il senatore- per alcune cose si trovano e per altre no. L’utilizzo  delle risorse economiche e i vincoli di bilancio sono  figli di scelte e responsabilità politiche”. Una stoccata poi alla totale assenza dei parlamentari 5 stelle sul territorio di Casoria, dopo essere stati eletti. Infine, un commento  sulla presenza massiccia degli immigrati che hanno aumentato del 70% i reati di predatura .Problematica che ,secondo Iannone ,non verrà definitivamente risolta dal decreto sicurezza presentato da Salvini, il cui contenuto è decisamente annacquato e risponde solo  in parte alle istanze dei cittadini.

Condividi su
  • 26
    Shares