Mertens sempre più bomber entra nella storia del Napoli

Con la tripletta di ieri sera Dries Mertens sale a quota 98 gol con il Napoli . La punta belga è approdata all’ombra del Vesuvio nell’estate del 2013. La prima stagione in Serie A, sotto la guida di Rafa Benitez il belga fu utilizzato esclusivamente da ala sinistra, segnando 11 gol.

Bisognerà aspettare due anni per la sua consacrazione, dopo il traumatico addio di Gonzalo Higuain e il mancato feeling tra Gabbiadini e Sarri. Il tecnico toscano decide di spostare Mertens dalla fascia sinistra al centro dell’attacco. La mossa si rivela vincente e il belga si riscopre goleador con 28 gol in Serie A e 34 reti complessive.

Confermatosi ad altissimi livelli anche per la stagione successiva (49 presenze, 22 goal).  Il belga, quest’anno, con l’arrivo di Ancelotti  ha dovuto lottare per confermarsi al centro dell’attacco azzurro. Ma con le ultime prestazioni e   la tripletta rifilata all’Empoli, ha fatto capire chi è il titolare. “Ciro” Mertens, a suon di gol si sta ritagliando uno spazio importante nella storia del Napoli. Il belga è quarto nella classifica dei marcatori azzurri di tutti i tempi. Superato Careca a 95 reti, ora Mertens, a quota 98, ha messo nel mirino Vojak  a 102, Cavani a 104 gol,  Maradona a 115 e il capitano Hamsik  a 120.

Condividi su
  • 16
    Shares