Napoli batte Capo d’Orlando ma i problemi restano

Al palazzetto dello sport di Casalnuovo, il Napoli Basket ha battuto la Costa d’Orlando con il risultato di 71 a 70. I numeri ben descrivono la sofferenza patita dai tanti tifosi presenti sugli spalti del palasport casalnuovese.

Dopo un avvio positivo, gli azzurri allenati da coach Lulli, hanno palesato dei black out inquietanti nel corso dell’intero match. I parziali descrivono perfettamente l’andamento della gara: 19-12; 17-17; 17-25; 18-16. La squadra napoletana è mancata soprattutto in fase difensiva, con Malagoli in giornata pessima, solo 10 minuti per lui e zero rimbalzi difensivi e punti, e con Dincic (15 punti) e Malfatti (5 punti) a sopperire al pomeriggio negativo del centro titolare.

Serata leggermente migliore per le ali: Milani (10punti), Di Viccaro (13 punti) e Molinari (7 punti). Fondamentale per la vittoria l’esperienza e i punti di capitan Guarino ( 19punti), non assistito dall’estone Erkmaa (2 punti) e appena 8 minuti giocati, al quale in alcuni frangenti è stato preferito il giovane Puoti.

La gara vinta, anche grazie alla modestia dell’avversario, che con 12 secondi da giocare e sul risultato di 71-70 ha sbagliato ben tre tiri, ha messo in luce ancora ancora una volta i limiti della squadra napoletana. Occorre a questo roster un centro forte che possa farsi sentire soprattutto in fase difensiva. I rimbalzi in quella fase di gioco sono stati appena 23. Attualmente Napoli occupa il centro classifica con 6 punti, con uno score di 3 gare vinte e 3 perse.

 

Condividi su
  • 3
    Shares