napoli insigne ancelotti

Bertornato Lorenzo! Magistrale la regia di Hamsik, Samp al tappeto

Gli azzurri ritornano alla vittoria dopo la batosta contro il Milan grazie alle reti di Lorenzo Insigne, Arkadiusz Milik e Simone Verdi. Sontuosa la prova di Marek Hamsik, nonostante le voci sempre più forti che aleggiano intorno alla sua cessione.

Il Napoli sembra essersi tolto da dosso le scorie post Milano e parte bene prendendo subito il campo. La Samp resta guardinga ma si rende pericolosa al 16′ con un colpo di testa di Ramirez che sorprende la difesa azzurra ma di testa mette alto.

Con Hamsik in campo è tutta un’altra storia e sembra vedere gli azzurri di inizio campionato.

Non a caso Milik e Insigne in due minuti battono Audero mettendo subito in chiaro chi è che comanda in campo.

Apertura panoramica di Marek per Callejon nell’azione del primo gol. Il numero 7 azzurro non deve fare altro che mettere la palla al centro per Arkadiusz che insacca per l’uno a zero.

II secondo gol invece merito di Lorenzo che, di diagonale trafigge il portiere doriano ritornando in rete dopo un digiuno partito da novembre. Berntornato Lorenzo!

Per la cronaca: Lorenzo Insigne ha realizzato finora otto gol in 19 gare giocate: tanti quanti quelli segnati nella scorsa stagione, ma con ben 18 sfide in meno.

Ci sarebbe il tempo anche per il terzo gol ma Maksimovic viene beccato in fuorigioco prima di consegnare la palla al centro per il tap-in di Milik.

Il secondo tempo è pura accademia. Certo, la Samp alza di più il baricentro arrivando un paio di volte dalle parti di Meret.

Ma con un Koulibaly di queste proporzione non restano che le briciole all’attacco doriano.

Per chiudere la serata di gloria, il gol di Verdi, giocatore che può divenire fondamentale per questa seconda parte di stagione.

Dicevamo Hamsik in serata di grazia, dispensa palloni a destra e a manca come se il regista fosse da sempre il suo ruolo naturale.

Alla sua uscita dal campo però qualcosa si legge nei suoi occhi, come un addio al popolo azzurro. La panchina si alza in piedi ad applaudirlo, lui batte forte le mani sul petto.

Speriamo sia solo un’impressione quella dettata dal campo, le sirene cinesi però suonano forte.

Dunque il Napoli riprende il feeling con la vittoria, con la consapevolezza che almeno in Europa si può fare la voce grossa.

Quando si scende in campo con gli attributi.

 

Condividi su
  • 77
    Shares