Frattamaggiore

Frattamaggiore, la Procura della Repubblica indaga sull’edilizia: il Comune sostiene che la notizia è priva di fondamento

La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha deciso di fare luce sugli abbattimenti, ricostruzioni, ristrutturazioni e cambi di destinazione d’uso nel territorio di Frattamaggiore, questa la notizia lanciata da un giornale regionale in giornata. Non trova conferma negli ambienti vicini all’amministrazione ed anzi c’è chi sostiene che è assolutamente priva di fondamento e riscontri.

Il sospetto della Procura, secondo il giornale che l’ha lanciata, è che chi fa affari con il mattone possa approfittare della mancanza di un nuovo regolamento urbanistico, che il Consiglio Comunale stenta a deliberare. Il rischio secondo la Procura della Repubblica è che senza una regolamentazione chiara e precisa, possano essere abbattuti e costruiti edifici senza un freno e anche nel centro storico di Frattamaggiore.

A settembre la questione approderà in Consiglio Comunale e l’iter del nuovo regolamento urbanistico dovrà partire. Infatti i cittadini e le associazioni del territorio chiedono più verde e meno cemento, insomma più vivibilità.

L’amministrazione ovviamente prende le distanze da queste notizie anche se conferma la volontà di valutare modifiche al regolamento comunale ed anzi ribatte sostenendo che l’amministrazione guidata da Marco Antonio Del Prete ha sempre avuto molta attenzione allo sviluppo territoriale ed all’impatto ambientale, del resto Frattamaggiore è la città in termini di vivibilità piu’ apprezzata nei comuni a nord di Napoli e a sud di Caserta.

Condividi su