Giugliano: Presentazione del Progetto “RAGAZZI DI QUARTIERE: Una scuola viva contro l’emergenza educativa”

Il Progetto “RAGAZZI DI QUARTIERE: Una scuola viva contro l’emergenza educativa”, è un progetto finanziato dalla Regione Campania con circa 1,1 mln di euro, ottenuti grazie alla diretta collaborazione delle istituzioni scolastiche con le Amministrazioni comunali di Marano di Napoli e di Giugliano in Campania. Dieci istituti gli scolastici distribuiti sul territorio dei due comuni che, in rete, collaborano per l’attuazione del progetto: IC Amanzio Ranucci Alfieri, IC Darmon, IC Socrate Mallardo, IC San Rocco, Liceo Segrè (per Marano) e 3° CD, 4° CD , 5° CD, SMS Don Vitale, ITIS Galvani (per Giugliano).

La platea scolastica degli istituti partecipanti alla rete vive in una realtà complessa in cui convivono fenomeni di marginalizzazione, disagio sociale, dispersione scolastica. Il tasso di disoccupazione giovanile è drammaticamente alto, con i ragazzi che crescono in un ambiente vulnerabile, esposti alla illegalità e con pochi stimoli culturali. La scuola in queste terre deve assumere un ruolo di presidio della cultura e del senso di cittadinanza attiva, deve divenire un vero e proprio baluardo in difesa e a sostegno dei giovani.

Il progetto prevede in primo luogo un piano di interventi volti alla eliminazione delle barriere architettoniche e alla messa in sicurezza degli ambienti interni ed esterni degli istituti destinati ad ospitare le attività di progetto; prevede quindi l’organizzazione di laboratori didattici a carattere multidisciplinare e l’implementazione di percorsi educativi ed esperenziali tra la scuola e le Amministrazioni finalizzati all’orientamento e all’inserimento dei ragazzi.

Nell’ambito dei laboratori didattici si spazierà tra la valorizzazione della cultura del territorio (dal punto di vista storico, artistico, dei peculiari prodotti agricoli e eno-gastronomici) alla difesa dell’ambiente; si promuoveranno quindi attività volte a stimolare nei giovani il senso di consapevolezza e di autostima, all’acquisizione del senso civico e di cittadinanza.

L’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Giugliano in Campania Miriam Marino, è fortemente convinta delle potenzialità del progetto dichiara: “l’emergenza educativa ed il disagio sociale vengono contrastate in un progetto in cui le istituzioni collaborano con le famiglie: la scuola come baluardo di cultura e organo di orientamento, l’Amministrazione come strumento di intercettazione delle risorse e di collegamento con gli Enti e le realtà operanti sul territorio”; e poi aggiunge “i percorsi dei laboratori multidisciplinari previsti in progetto saranno mirati a far crescere nei ragazzi il senso di autostima, a fare emergere le doti personali per orientarli nella scelta dei successivi percorsi formativi, ad incoraggiarli al lavoro di gruppo e a supportarli nei primi passi del mondo del lavoro”.

Il Sindaco Antonio Poziello, nel plaudire al riuscito esperimento di collaborazione tra le due Amministrazioni Comunali di Marano e Giugliano, aggiunge:“ Le istituzioni scolastiche e le amministrazioni che collaborano in un progetto mirato al contrasto delle emergenze educative sono un esempio emblematico di quanto si possa ottenere lavorando in rete. La stessa approvazione del progetto è un obiettivo che altrimenti non si sarebbe potuto raggiungere.”

Il Sindaco e l’ Amministrazione del Comune di Marano con gli Assessori Bianca Perna e Salvatore Perrotta esprimono l’enorme soddisfazione per aver ottenuto questo importante finanziamento che rafforza le reti tra scuola e territorio e mette in contatto due grandi aree a rischio, quali il comune di Giugliano e di Marano, dove è importante contrastare il fenomeno dell’ abbandono scolastico e del degrado culturale sociale ed economico.

Condividi su