Giugliano: approvato il progetto della nuova rete fognaria a servizio della Fascia Costiera

Dopo oltre 10 anni di promesse, proposte, rinvii e modifiche, l’attuale Amministrazione Comunale di Giugliano è finalmente riuscita a far approvare il Progetto Definitivo per la realizzazione della nuova rete fognaria a servizio di vaste zone della fascia costiera.
Le strade che saranno interessate dagli interventi sono via Nullo, via Grotta dell’Olmo, Via Torre degli Incurabili e una cospicua parte di via Madonna del Pantano (vedasi i tratti contrassegnati in rosso nelle due planimetrie allegate). L’intervento, del costo complessivo di circa 6.5 milioni di euro, si inquadra nelle attività poste in essere dall’Amministrazione comunale, fin dal momento del suo insediamento, per il definitivo risanamento igienico-sanitario della zona ricompresa tra Licola e Varcaturo, ed è costituita da una rete di collettori fognari destinati alla raccolta delle acque reflue e di prime piogge, da convogliare, successivamente, all’impianto di depurazione di Cuma, in modo da ridurre gli oneri attualmente a carico degli utenti per la raccolta e il successivo smaltimento delle acque reflue – di provenienza domestica e non – e da ridurre il rischio di contaminazione della falda e dei fossi e canali che solcano l’area. Ulteriori finanziamenti, per un importo complessivo di circa 4.5 milioni di euro, derivanti dai risparmi conseguiti grazie all’azione di controllo e di coordinamento esplicata dall’attuale Amministrazione comunale, saranno riutilizzati, già a partire dai prossimi mesi, sempre per la realizzazione di ulteriori collettori fognari a servizio di zone della fascia costiera attualmente non servite da fognature (ad esempio, via Case Sparse).
Il Sindaco Poziello, nell’esprimere la propria soddisfazione per l’importantissimo traguardo raggiunto (votato, per altro, all’unanimità dai consiglieri presenti in aula), afferma che “finalmente, grazie all’azione propulsiva e di raccordo esplicate da questa Amministrazione, anche la fascia costiera potrà godere di un sistema fognario in grado di risolvere molte delle problematiche che, da tempo immemorabile, affliggono questa parte del territorio comunale. Questi interventi, una volta completati con i numerosi altri che questa Amministrazione ha in procinto di avviare grazie agli altri finanziamenti a disposizione (ad esempio, la rete fognaria di via Case Sparse, la rete fognaria a servizio dei Viali dei Pini Nord e Sud, etc.) e alla interlocuzione attualmente in atto con la Regione Campania e la Società SUEZ SpA chiamata a gestire l’impianto di depurazione di Cuma e le stazioni di sollevamento che pompano le acque reflue e di prime piogge al medesimo impianto, tra cui le varie presenti in fascia costiera (tra le quali, le stazioni di sollevamento di Licola Mare, Domitia e di Via Madonna del Pantano), consentirenno, già nel breve e medio periodo, di risolvere quasi completamente il problema della raccolta delle acque reflue in fascia costiera”.
Analoga soddisfazione è espressa dall’Assessore ai Lavori Pubblici, Prof. Domenico Pianese, che afferma: “Finalmente, dopo una lunga ma senz’altro fattiva interlocuzione con la SOGESID e la Regione Campania, è stato approvato il Progetto Definitivo di una prima rete fognaria a servizio della fascia costiera. Da qui a un mese seguirà il Progetto Esecutivo, di fatto già quasi pronto e dal quale è stato estratto il Progetto Definitivo approvato ieri in Consiglio Comunale. Il bando di gara per la realizzazione degli interventi sarà emanato, prevedibilmente, entro il mese di marzo del 2020, mentre l’avvio dei lavori è da prevedersi per il mese di settembre dello stesso anno. Sicuramente un grande traguardo raggiunto ma, soprattutto, l’inizio di una nuova fase, nel corso della quale, grazie ai cospicui finanziamenti già disponibili (4.5 milioni di euro) o che lo saranno a breve (a loro volta ammontanti a circa 13 milioni di euro), si avvierà, finalmente, la risoluzione di tutti i problemi fognari che affliggono tale importantissima zona del territorio comunale”.
A sua volta soddisfatta l’Assessore alla Fascia Costiera, Carla Rimoli:“Finalmente un passo concreto che, grazie all’incessante azione di questa Amministrazione, è stato fatto per la risoluzione di uno degli atavici problemi che affliggono la zona costiera e che, sin qui, ne fanno impedito il pieno rilancio dal punto di vista socio-economico-ambientale”.

 

Condividi su